IT. +39 02 61291828 - MT. +356 21669510 info@icomedicine.com

Come abbiamo avuto modo di vedere in diversi articoli del nostro blog, l’osteopatia è una pratica che assicura il corretto equilibrio del corpo attraverso manovre effettuate manualmente dal professionista.

Il ricorso all’osteopata infatti, torna d’aiuto agli sportivi così come agli anziani, ma anche a uomini e donne di tutte le età. Ad oggi infatti, sono numerose le persone che per eliminare un dolore fisico fanno riferimento all’osteopata, apprezzato soprattutto perché evita l’utilizzo di farmaci o macchinari.

Tuttavia, le tecniche osteopatiche non vengono in aiuto solo per i dolori e i disagi legati alla struttura muscolo-scheletrica, bensì anche per migliorare la sfera sessuale di un paziente.

In particolare, questo discorso va a toccare maggiormente l’intimità di una donna, poiché dalla salute del suo pavimento pelvico deriva il proprio benessere intimo. Le disfunzioni legate al pavimento pelvico infatti, sono in grado di influenzare l’attività sessuale rendendo difficoltoso il raggiungimento dell’orgasmo, ma non solo.

Come avremo modo di vedere, la salute del pavimento pelvico assicura che non si presentino disfunzioni di nessun tipo, e che limiterebbero non solo la sfera sessuale. Ma, cosa può fare l’osteopata per aiutare a ridurre i blocchi fisici che impediscono di avere una vita sessuale salutare e piacevole? Scopriamolo insieme.

Un problema ampiamente diffuso di cui si parla poco

L’intimità di una donna è molto più complessa di quella dell’uomo, così come il raggiungimento dell’orgasmo. Nonostante questa non sia una regola matematica, la maggior parte delle donne sperimenta delle difficoltà e dei disagi legati alla propria sfera sessuale. In molti casi, quando insorgono problematiche intime, insorge anche l’imbarazzo di parlarne al proprio partner o al proprio medico.

Tuttavia, i dolori legati all’atto sessuale non vanno assolutamente sottovalutati, poiché sinonimo di alcune disfunzioni dell’apparato riproduttivo. In alcuni casi, l’assunzione di farmaci può essere la soluzione definitiva, mentre in altri no. E’ proprio in questi casi che ci si demoralizza, poiché i dolori persistono e la sfera sessuale della coppia viene compromessa.

L’apparato femminile si costituisce da numerose fasce muscolari e organi che, se compromessi, rischiano di limitare le attività sessuali e il piacere ad esse annesso. Ecco che, con il supporto dell’osteopata, si ha la possibilità di riequilibrare il proprio apparato intimo e di ritrovare il benessere di coppia.

Ad oggi infatti, sono numerose le donne che si sono avvalse della collaborazione del ginecologo e dell’osteopata per risolvere le proprie problematiche interne. Tuttavia, il primo passo da compiere è sempre quello di ammettere il problema e di voler cercare una soluzione, di modo da mettere a posto i vari tasselli della propria intimità.

L’osteopatia e l’intimità femminile

Come sappiamo, i principi osteopatici si basano sul fatto che le strutture del corpo sono strettamente correlate tra di esse. In altre parole, nessuna parte del corpo è a sé stante, e un disagio localizzato in una data zona è in grado di impattare negativamente su tutto l’organismo. Di conseguenza, l’osteopatia dà molta importanza alla mobilità di tutte le strutture del corpo, poiché anche solo una lieve alterazione è in grado di provocare disagi più o meno gravi.

A fronte di ciò, è facile comprendere come una disfunzione legata alla salute dell’apparato femminile sia in grado di provocare disagi legati alla sfera sessuale. All’interno del bacino infatti, si trovano organi, vasi sanguigni, muscoli e strutture nervose. Queste, affinché le normali funzioni fisiologiche possano avvenire, è necessario che si trovino in un buon stato di salute e che cooperino tra di loro.

Per quanto riguarda il pavimento pelvico poc’anzi citato, intendiamo un insieme di muscoli, organi e legamenti che si trovano nella parte inferiore della cavità addominale. La funzione del pavimento pelvico è quella di mantenere l’utero, l’uretra, la vescica, la vagina ed il retto nella posizione corretta. Quando si verificano disturbi al pavimento pelvico, la sfera sessuale ne risente in modo gravoso.

Ecco che, in questo caso, l’aiuto di un osteopata servirà per riequilibrare le tensioni del pavimento pelvico e per permettere alla paziente di tornare in pieno controllo dei propri muscoli pelvici. Questi ultimi, se compromessi, sono in grado di rendere dolorosa la penetrazione, a causa di una contrattura automatizzata. Inoltre, anche l’acme del piacere ne risentirà, attaccando la sfera sessuale della paziente.

Come interviene l’osteopata?

Come per ogni trattamento, la tecnica osteopatica prevede una prima valutazione della struttura corporea per poter diagnosticare la causa del dolore o del disagio. Nel caso di problematiche legate all’intimità sessuale, la paziente dovrà prima assicurarsi che il pavimento pelvico non sia affetto da condizioni gravi, che richiederebbero quindi l’intervengo del ginecologo.

Successivamente, l’osteopata procederà con delle manovre di modo da testare la sede del dolore e vedere la reazione da parte del corpo. Queste manovre non verranno direttamente effettuate in concomitanza dell’apparato femminile, poiché la sede del problema potrebbe risiedere nella struttura muscolare del bacino. Ad ogni modo, l’osteopata dovrà valutare la funzionalità e l’elasticità muscolare attraverso alcune contrazioni che denoteranno eventuali limitazioni fisiche.

Inoltre, affinché le sedute di osteopatia possano produrre risultati soddisfacenti per la paziente, l’osteopata proporrà un programma basato su esercizi appositi per il pavimento pelvico. Il trattamento riabilitativo infatti, si basa su movimenti di contrazione e rilassamento della muscolatura pelvica di modo da riportarla sotto il proprio controllo.

Questi movimenti serviranno anche per rinforzare i muscoli del pavimento pelvico e per inserire delle abitudini relative al controllo della zona. Di fatto, affinché le sedute osteopatiche possano dare i risultati sperati, è necessaria la collaborazione da parte della paziente affinché esegua gli esercizi del relativo trattamento.

Ti interessa il mondo dell’osteopatia e vorresti scoprire di più?